closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Johnson attacca Draghi: non limiti le esportazioni

Sovranismo Vaccinale. Lezione internazionalista dal premier inglese. La Ue tiene il punto, la Francia appoggia la decisione italiana: potremmo farlo anche noi. L'Austrialia protesta con garbo

Nella vicenda del blocco delle esportazioni di vaccino Astrazeneca il governo Draghi è riuscito nella non facile impresa di essere bacchettato per mancanza di solidarietà e di visione globale da un euroscettico e iper liberista come Boris Johnson. Il primo uso del nuovo regolamento europeo con cui l’Italia ha bloccato 250mila dosi di vaccino Astrazeneca infialato alla Catalent di Anagni e destinate all’Australia ha creato un vero putiferio diplomatico. A parte le giustificate rimostranze australiane, a far notizia sono le parole del governo inglese. «La ripresa dal Covid dipende dalla cooperazione internazionale, e porre in atto restrizioni mette a rischio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi