closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

John Hassell, dicitore al margine del maintream

Musica. Dopo nove anni un nuovo album per l'ottantunenne musicista ritorno con «Listening to Pictrues» (Pentimento Volume One)

John Hassell

John Hassell

Jon Hassell ha non ha mai ottenuto la notorietà che avrebbe meritato. Pioniere della World Music, ispirò il capolavoro di Brian Eno e David Byrne My Life In The Bush Of Ghosts anche realizzando con lo stesso Eno, nel 1980, il colossale Fourth World, Vol.1: Possible Musics, monumento all’esotismo trasfigurato dalla tecnologia. Il suo particolare uso del sampling, dei field recording, della tromba e delle percussioni ha ispirato generazioni di musicisti. Allievo di Stockhausen e Riley, l’americano Hassell incontra nel 1972 il cantante e maestro indiano Pandit Prân Nath, con il quale studia a lungo. Ibridando la Lezione minimalista con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.