closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Jobs act finale. Renzi allo scontro

Senato. Il governo autorizza il voto di fiducia sulla delega lavoro da sbandierare in Europa e prepara un maxiemendamento che concede ben poco alla minoranza Pd. Fassina: ci saranno conseguenze

Stasera stessa il governo metterà la fiducia sul Jobs Act, autorizzata ieri sera nella riunione del governo. Non è la scelta che Matteo Renzi avrebbe preferito. Non è la ricerca di una prova di forza a tutti i costi in stile Margaret Thatcher: è una scelta obbligata. Renzi non può concedere alla minoranza e ai sindacati neppure il poco che aveva deciso la direzione del Pd della settimana scorsa. Non lo reggerebbe l’ala destra della sua maggioranza e se, per non perdere i voti dell’Ncd, il presidente del consiglio e segretario del Pd si acconciasse a cancellare le scarne concessioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.