closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Jihadisti di ritorno in Arabia saudita

Intervista a Mouin Rabbani. L'analisi del codirettore del think tank Jadaliyya, membro dell'Institute for Palestine studies. "Più chiaro è il ruolo del Golfo in Siria: con lo scoppio della guerra civile, ogni governo ha apertamente sostenuto alcuni gruppi di opposizione, quelli che erano in grado di controllare meglio o quelli che ritenevano più efficaci sul campo. L’obiettivo era fare delle opposizioni siriane gruppi ben organizzati, sempre più radicali"

L'Isis spaventa l'intero mondo arabo minacciato dall'obiettivo di al-Baghdadi: la creazione di un califfato sunnita e lo stravolgimento degli equilibri interni. Target non è solo Baghdad o Damasco e quei regimi che negli anni passati hanno permesso la fioritura dei gruppi islamisti sunniti nella regione ora tremano. Ne abbiamo parlato con l'analista palestinese Mouin Rabbani, codirettore del think tank Jadaliyya e membro dell'Institute for Palestine studies. I paesi del Golfo vengono accusati di aver finanziato e armato i gruppi sunniti estremisti, permettendone l’avanzata in Iraq e Siria, nell’obiettivo di indebolire i governi sciiti di Siria e Iraq. È difficile provare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.