closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Jay-Z, il rapper si è pentito

Note sparse. Con «4:44» torna l'artista americano, abile stratega e anche grande business man. Nel nuovo disco chiede perdono a Beyoncé e per la quattordicesima volta arriva in vetta alle charts di Billboard

Jay-Z

Jay-Z

Più che un rapper - ma è una categoria terribilmente restrittiva per lui - Jay -Z è un concentrato di record da guinnes dei primati. Prendete il nuovo, 4:44 - secondo la fonte principe delle classifiche americane, Billboard, è il 14esimo album di Shawn Corey Carter (vero nome di Jay-Z) a raggiungere il vertice delle charts così da diventare l’artista con più numeri uno. Certo sono lontani i tempi delle vendite milionarie e alle certificazioni fisiche si sono sostituiti gli stream (con qualche annesso pasticcio dalle nostre parti, vero Fimi?), ma il risultato è pur degno di nota. Uno stratega...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.