closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Jay Roach: «un’altra caccia alle streghe è possibile

Intervista. Il regista di Trumbo, sugli anni dell'inquisizione maccartista, parla del film e dell'America ai giorni nostri

a sinistra Jay Roach

a sinistra Jay Roach

Jay Roach è il regista di farse di cassetta come Austin Powers e Ti Presento i Mieima anche di Recount (sulle elezioni «soffiate» da Bush a Gore nel 2000) e Game Change (sulla candidature di Sarah Palin), modulazioni fiction molto affiliate sulla politica in America. «Indovina quali preferisco?» dice sornione quando interpellato sulla apparente incongruenza fra commedie blockbuster e i suoi film politici. Ora, in una stagione politica che vede un candidato apertamente socialista alla casa bianca per la prima volta dai tempi in cui il fondatore dei Wobblies, Eugene Debs raccolse il 6% del voto popolare nel 1912, Roach rivisita...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.