closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Jason Kay, nuovi flirt per il cappellaio funk

Note sparse. Sette anni dopo si riaffacciano i Jamiroquai con «Automaton», una costellazione dance di alta scuola

Jason Kay

Jason Kay

A sette anni dall’ultimo deludente lavoro il cappellaio matto del funk torna sul luogo del delitto con le idee certamente più chiare. Ribadito che gli ingredienti sono gli stessi immutabili di sempre - funk shakerato con robusta dose disco, soul e r’n’b - Jason Kay - che per l’occasione sfoggia un caschetto 2.0 ipertecnologico - questa volta fa le cose a puntino. Una produzione corposa dai suoni scintillanti e dai bassi pulsanti che si ispira ai suoni black alla Drake ma che non si fa troppi scrupoli di flirtare con atmosfere Edm o agli omaggi moroderiani dei Daft Punk ultima...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.