closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

Ivan Segreto «Fermiamo i cannibali della musica»

Musica. Dieci mini-suite nel cd «Integra» appena pubblicato. «I nuovi colossi dell’industria digitale vogliono pagare pochissimo gli artisti. E questo non è giusto»

Ivan Segreto

Ivan Segreto

Il suo esordio discografico risale esattamente a dieci anni fa: il folgorante Porta Vagnu – inciso per la Sony – votato da molti come una delle più riuscite opere del 2004. Ma il «pianista prestato alla canzone» come si è sempre schernito nelle interviste, non si è cullato sugli allori e ha continuato a definire personali mondi musicali. Mini suite melodiche che prendono in prestito elementi jazz e della tradizione melodica italiana, arricchite da suggestioni timbriche – e vocali – tipiche della scena nordica. E riuscendo persino a affacciarsi a un Sanremo (2007) senza compromettersi troppo. Quattro album dopo il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi