closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Italicum, commissione finta, minoranza scettica ma ci sta

Riforme. Gianni Cuperlo dall’annuncio di dimissioni al tavolo che la sinistra Pd non aveva votato. Bersani non ci crede, Forza Italia e 5 stelle non sono disponibili a parlarne fino a dopo il referendum

Gianni Cuperlo

Gianni Cuperlo

E poi non dica di non essere stato avvertito. Non si stupisca, come fece nell’aprile di due anni fa dimettendosi da presidente del Pd, per essere stato sfottuto da Renzi («Gianni te lo dico con amicizia, questo tuo riferimento alle preferenze lo avrei voluto sentire quando tu e altri siete stati candidati nel listino»). Gianni Cuperlo entra a far parte della commissione esplorativa per la modifica dell’Italicum votata con la relazione del segretario alla direzione di lunedì, voto a cui - è già un paradosso - le minoranze non hanno neanche partecipato. Una commissione finta che Renzi ha proposto al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi