closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Ita-Alitalia, sale la tensione: il governo è incosciente

Modello Fca. Assemblea fiume con oltre 500 lavoratori si sposta sotto le due sedi delle compagnie. Rottura sulla proposta di contratto di Altavilla. I sindacati: serve una convocazione immediata dai ministri competenti

Una manifestazione dei lavoratori Alitalia

Una manifestazione dei lavoratori Alitalia

I lavoratori di Alitalia dicono «No» alle condizioni di Ita e chiedono tutele rilanciando la mobilitazione unitaria. Nel giorno in cui scadeva l’ultimatum del presidente Ita Alfredo Altavilla per firmare un «regolamento aziendale» peggiorativo del 30% che regoli le 2.800 assunzioni - su 10.500 attuali - della nuova compagnia, i sindacati tengono una grande assemblea fiume con oltre 500 lavoratori prima sotto la sede di Alitalia a Fiumicino, spostandosi poi sotto la sede di Ita al quartiere Eur di Roma. Qui alle 18 e 45 il presidente Altavilla formalizza la rottura della trattativa - con annesso tentativo di dividere i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.