closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Istat, un paese spaccato in due, recessione doppia al Sud

Crisi. A Sud nel 2013 Pil -4%,-1,9% nel paese. Le famiglie cambiano: più coppie non sposate, 7.500 quelle gay, 7 milioni i single

Il 2013 è stato un altro anno drammatico per l'economia del Mezzogiorno con un Pil in calo in volume del 4%, più del doppio della contrazione nazionale (-1,9%). L’Istat parla di una «una dinamica piuttosto diversificata, con una riduzione decisamente meno marcata rispetto a quella media nazionale nel Nord-ovest (-0,6%), poco meno intensa nel Nord-est (-1,5%), in linea con il dato nazionale nel Centro (-1,8%)». Al Sud invece la catastrofe: «Si assiste - scrive l’Istituto Nazionale di Statistica -a una caduta verticale dell'industria (-8,3%) mentre solo l'agricoltura riesce a tenere (-0,3%)». Più equilibrata la situazione produttiva nel Nord-ovest dove le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi