closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Istat: oltre 100 mila nascite in meno dal 2008

Rapporto sulla natalità e fecondità 2016. La stagnazione demografica è un altro aspetto dell’economia dell’ indebitamento e del precariato emersa nel primo decennio della crisi. Ma i vissuti, le scelte e le relazioni affettive e riproduttive non possono essere analizzate solo attraverso l'ottica "biopolitica" della statistica

Quando la crisi è iniziata ufficialmente nove anni fa, il 15 settembre 2008 all’1,45 di notte con il crac della banca Lehmann, erano stati in pochi a prevedere uno dei suoi effetti più insidiosi: il crollo demografico. Il rapporto tra la denatalità e la crisi economica più grave della storia recente, compresa quella italiana, è stato ribadito dal report 2016 dell’Istat sulla natalità e fecondità. In otto anni le nascite sono diminuite di oltre 100 mila unità; solo tra il 2015 e il 2016 meno 12 mila. Nello stesso periodo sono crollati i matrimoni. IN UN PAESE dove il rapporto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.