closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Istat: 5 milioni in povertà assoluta. Bankitalia: «Non toccare le pensioni»

Le audizioni sul Def. L'istituto di statistica e la banca centrale riferiscono davanti al nuovo Parlamento. Il disagio è in crescita. Il monito al prossimo governo sulla possibile cancellazione della legge Fornero. L'aumento dell'Iva potrebbe costare lo 0,1% di mancata crescita

Il presidente della Banca d'Italia Ignazio Visco in un passato colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il presidente della Banca d'Italia Ignazio Visco in un passato colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

I cittadini italiani in povertà assoluta continuano ad aumentare - sono 5 milioni secondo l’ultima rilevazione Istat- e il prossimo governo, nella messa a punto del Def e della legge di Bilancio d’autunno, dovrà tenere d'occhio il debito - non toccando le pensioni e cercando nel contempo di evitare l’aumento dell’Iva. Le audizioni dell’Istituto di statistica e di Banca d’Italia presso il nuovo Parlamento sul Documento di economia e finanza lascerebbero pochi margini di manovra all’esecutivo che si formerà a breve, sia esso politico (Lega-M5S) o «neutrale», indicato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Di povertà e possibile aumento dell’Iva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.