closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Israele sperimenta le “bombe sporche”

Medio Oriente. Dal 2010 sono stati eseguiti nel Neghev una ventina di test, "di carattere difensivo", scrive il giornale Haaretz, volti a verificare gli effetti delle esplosioni di questi ordigni che i terroristi minacciano di usare ma che potrebbero essere impiegati anche da uno Stato contro i suoi nemici.

Sono bombe che piacciono molto ai fanatici, come quelli dell'Isis, ma che potrebbero essere usate in determinate circostanze anche da uno Stato vero e proprio contro i suoi avversari. Parliamo delle cosiddette "bombe sporche", armi pensate per spargere materiale radioattivo, utilizzando esplosivi convenzionali. Non sono vere armi nucleari, ne' hanno lo stesso potere distruttivo, in ogni caso sono pericolose. Israele le ha testate per quattro anni, nel deserto del Neghev, nel quadro del progetto "Campo Verde", a breve distanza dalla centrale nucleare di Dimona dove, secondo esperti internazionali, produrrebbe il plutonio per il suo arsenale atomico segreto. Lo ha scritto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.