closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Israele non autorizza il voto palestinese a Gerusalemme, Abu Mazen rinvia le elezioni

Israele/Territori occupati. La posizione del governo Netanyahu ha fornito il motivo giusto, o il pretesto, al leader palestinese per fermare tutto di fronte alla possibilità concreta di un insuccesso di Fatah e di una vittoria di Hamas

Voto per le comunali del 2012 in Cisgiordania

Voto per le comunali del 2012 in Cisgiordania

«Non abbiamo bisogno del permesso di Israele, le elezioni a Gerusalemme Est possiamo tenerle ugualmente, in ogni modo possibile, sfidando l’occupazione israeliana». Khaled Abdel Hadi, simpatizzante della lista elettorale Hurriya, ci spiegava ieri sera la sua soluzione al divieto, non dichiarato ufficialmente da Israele, alla partecipazione al voto del 22 maggio dei palestinesi di Gerusalemme Est, la zona araba della città, sebbene questo diritto sia affermato dagli accordi di Oslo firmati dalle due parti nel 1993. Abdel Hadi ci parlava mentre in diretta tv, da Ramallah, il presidente dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) Abu Mazen faceva il resoconto politico delle settimane...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi