closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Israele chiude le porte davanti ai profughi siriani di Deraa

Siria/Israele. Il ministro della difesa Lieberman conferma l'invio di aiuti a chi scappa dai combattimenti ma ribadisce che non sarà fatto entrare alcun profugo siriano. Nei giorni scoris era stata la Giordania a chiudere le frontiere

Rifugiati siriani a Mersin

Rifugiati siriani a Mersin

Aiutiamoli a casa loro. Israele segue le orme di Matteo Salvini e fa sapere che ‎mandarà altri aiuti agli sfollati di Deraa e di altri centri abitati del sud della Siria ‎coinvolti nei combattimenti tra l'esercito siriano e le formazioni jihadiste, ma non ‎ne accoglierà alcuno nel proprio territorio. E a metterlo in chiaro è stato il ministro ‎della difesa Lieberman. «Seguiamo da vicino la situazione nella Siria meridionale» ‎ha scritto ieri Lieberman in un tweet «saremo disposti ad offrire ogni aiuto ‎umanitario per i civili, le donne e i bambini. Ma non accoglieremo alcun profugo ‎nel nostro territorio». Parole...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.