closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Ispra, ricercatori e precari occupano i laboratori

La protesta Usb. I lavoratori chiedono la proroga di un centinaio di contratti e lo sblocco dei finanziamenti da parte del ministero dell'Economia: «Molte attività sono ferme: manca tutto, perfino i reagenti, e gli acquisti sono diventati impossibili». A rischio anche i fondi Ue

L’Ispra è occupato ormai da venti giorni: i ricercatori dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale chiedono la conferma di tutti i lavoratori precari (circa un centinaio) e migliori condizioni - lo sblocco dei fondi e agibilità burocratica - per le attività di ricerca. «La situazione è incredibile - spiega Michela Mannozzi, delegata Usb - nei laboratori mancano i reagenti, molti sono bloccati: è impossibile lavorare se le risorse vengono continuamente tagliate». I lavoratori dell’Ispra hanno manifestato il 5 giugno scorso in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente: a Roma, davanti al Pantheon, hanno inscenato il flash mob «Non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.