closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Isis, Erdogan scende in campo per la “zona cuscinetto” in Siria

Siria/Iraq. Il leader turco, approfittando della lotta all'Isis e del problema dei profughi, rilancia il suo progetto di una "fascia di sicurezza" in territorio siriano, senza alcun controllo di Damasco. Gli Usa intensificano i raid aerei e vogliano addestrare migliaia di "ribelli" siriani che dovranno prendere il controllo delle aree liberate dai jihadisti e dalle forze governative

I Tornado GR4 di sua maestà hanno cominciato ieri a bombardare in Iraq postazioni dello Stato Islamico (Isis), poche ore dopo il via libera deciso dal parlamento britannico. Oltre a Londra anche Belgio e Danimarca si sono uniti alla coalizione occidentale-araba messa in piedi da Barack Obama, ufficialmente per annientare le capacità belliche dei jihadisti. Grazie a questi nuovi arrivi, gli Usa ora concentrano i loro raid solo in Siria. La notizia più rilevante però è un’altra. Il leader turco Erdogan ci riprova, rimette sul tavolo la sua vecchia idea: utilizzare truppe turche per creare una "zona di sicurezza in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.