closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Irwin Shaw, il destino comanda, l’Io cerca riscatto, la violenza incalza

Narrativa statunitense. Ancora legato alla tradizione naturalista, Irwin Shaw, «maestro dell’episodio», costruisce un romanzo corale il cui vero protagonista è il caso: «Il ricco e il povero», riedito da Bompiani

Vivian Maier, «New York City, 1959»

Vivian Maier, «New York City, 1959»

Nella storia della letteratura – e in particolare della letteratura statunitense – casi come quello di Irwin Shaw, autore gradito a lettori e recensori suoi contemporanei, che con il passare degli anni ha finito con l’essere quasi del tutto dimenticato, sono tutt’altro che rari. La critica accademica – piaccia o meno – ha fin’ora esercitato un notevole potere sia nel garantire la sopravvivenza dei testi letterari, sia nel decretarne l’irrilevanza. Poiché, tuttavia, il «canone» non è scolpito nel marmo, capita che autori considerati importanti in un determinato periodo storico-culturale, siano messi ai margini per poi tornare a essere riscoperti. Di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.