closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Iran, a capo dei giudici arriva il falco della repressione Ejei

Nella Repubblica islamica ora guidata da Raisi. Già vice del nuovo presidente, un torbido passato di abusi, torture e sparizioni di oppositori. Con lui sarà una magistratura sempre più alleata dei servizi nel limitare la libertà di espressione

Gholam-Hossein Mohseni Ejei, nuovo capo della magistratura in Iran

Gholam-Hossein Mohseni Ejei, nuovo capo della magistratura in Iran

In seguito alle elezioni dello scorso 18 giugno, il prossimo 3 agosto Ebrahim Raisi si insedierà alla presidenza della Repubblica islamica. Lasciata vacante da Raisi, la poltrona di capo della magistratura è andata al suo vice, Gholam-Hossein Mohseni Ejei. In comune, i due personaggi hanno un passato torbido in termini di violazioni dei diritti umani. Nei prossimi anni possiamo quindi attenderci una ulteriore strumentalizzazione della magistratura, intesa come un prolungamento dei servizi di intelligence, nel limitare la libertà di espressione e reprimere il dissenso. NOMINATO IL 1° LUGLIO dal leader supremo Ali Khamenei, Ejei è nato nel 1956 a Ezhe,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.