closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Io sono Giorgia», e non so chi candidare

Postfascismo. La destra senza nomi forti per le amministrative e il libro di Meloni

Il paradosso delle destre che volano nei sondaggi ma che non riescono a trovare candidati adatti alla corsa nelle principali città nella contesa amministrativa del prossimo autunno è la storia di uno schieramento politico che risente ancora della mancanza di una classe dirigente. È quanto emerge leggendo Io sono Giorgia (Rizzoli), il memoir dato alle stampe da pochi giorni da Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia è consapevole del momento di grazia. È convinta di avere il tocco magico e cerca di portare a casa il risultato triplo: impacchettare dentro la sua storia personale quella collettiva della sua tradizione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi