closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Io, figlio di “new normal”

Incontri. «Il mondo spesso non ci nota, perciò Richard Ford ha fissato in un memoir le vite dei suoi genitori: «Tra loro», da Feltrinelli. Da qui, una intervista sui nessi tra la sua vita e i suoi romanzi

Forse, se si dovesse isolare un prerequisito comune a tutti gli scrittori, una sorta di condizione necessaria, sebbene non sufficiente, a dettare il desiderio di fissare sulla carta delle immagini mentali, lo si potrebbe individuare in una speciale capacità di osservazione e nella riluttanza a lasciar scivolare via ciò che viene colto dallo sguardo. Non è dunque un caso se Richard Ford ha seminato nel suo memoir dedicato alla madre e al padre questa frase, che sembra contenere la chiave della sua motivazione a scrivere: «il mondo spesso non ci nota». Perciò, perché la vita dei proprio genitori, tranquillamente modesta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.