closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Interstellar, l’avventura spaziale è il ritorno a casa

Cinema. Il film di Christopher Nolan, con Matthew McConaughey, girato in pellicola, tra Dylan Thomas e rimandi alla Hollywood degli anni d’oro, racconta una piccolissima storia d'amore paterno

L’immagine più forte è quella della navicella spaziale in mezzo all’anello di Saturno. Totale solitudine. Ma è stupenda anche la grande onda che sta per sommergere i nostri eroi nel mare di un pianeta sconosciuto. Per non parlare di un duello tra i ghiacciai di un secondo pianeta. Alla fine ci toccano parecchio questi 169 minuti di Interstellar, visionaria space-opera ambiziosissima e non sempre controllata, ma costantemente di alto livello firmata da Christopher Nolan, che l’ha scritta assieme al fratello Jonathan e l’ha costruita in 70 mm-Imax con Hoyte van Hoytema, il grandioso direttore della fotografia svedese di Lasciami entrare,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.