closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Insieme a Al-Sisi non è onore». Augias e gli altri no a Macron

Si allunga l'elenco di chi restituirà la Légion d’honneur per denunciare le connivenze francesi con il regime egiziano

Quando la realpolitik prende il sopravvento su tutto, a cominciare dai valori peraltro proclamati ad alta voce in ogni discorso ufficiale, la crisi morale è dietro l’angolo ed è sempre più difficile occultarla. È quello che sta succedendo a Emmanuel Macron «grande maestro» della Légion d’honneur in quanto presidente della Repubblica, che secondo il protocollo ha il potere di scegliere gli eletti della decorazione dello Stato francese. In occasione della visita del presidente egiziano a Parigi, dal 6 all’8 dicembre, Macron ha dato a al-Sisi la Grande Croce, la più alta onoreficienza. L’Eliseo si era reso conto che il terreno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi