closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Inneschi» da un tempo di guerra

A teatro. Il Teatro povero porta in scena il nuovo spettacolo nel ricordo del suo creatore Andrea Cresti

Il Teatro povero di Monticchiello, dopo l’intermezzo itinerante (causa Covid) della passata edizione, ritrova il suo palcoscenico tradizionale, in piazza della Commenda. Dove l’autodramma numero 55 dipana, con la consueta carica di autentica partecipazione popolare, un nugolo di trame e percorsi, testi e sottotesti, fulgide panoramiche e cartoline ingiallite, incontri di ieri e itinerari di oggi, in un fitto intrecciarsi di episodi che avvolgono il nastro della memoria storica e i solchi di un futuro invadente, sempre più enigmatico e inestricabile. Non a caso il titolo Inneschi, rimanda a una sorta di deriva sociale e personale dove «attaccarsi» al passato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.