closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I fronti aperti nell’interregno, in un mondo multipolare

Scenari. Asia, Europa, Medio Oriente: come cambia la politica estera

Il presidente Obama

Il presidente Obama

Per quanto i commentatori già nostalgici di Obama, si siano affrettati a specificare che la batosta del midterm non muterà più di tanto la possibilità del presidente americano di incidere sullo scenario internazionale (è pur sempre Commander in chief), la debolezza con cui Obama esce da questa tornata elettorale, non può che mutare alcune questioni internazionali. Secondo il columnist del New York Times, Jonhatan Freedland, il verdetto su Obama è già stato scritto dalla storia. Nel 2009, «al Cairo ha promesso un nuovo inizio di relazioni con il mondo musulmano. Invece, è nato e cresciuto lo Stato islamico. Ha minacciato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.