closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Industria editoriale, tra ottimismi e (molti) debiti

Express. La rubrica della cultura che fa il giro del mondo

«Quello che è successo quest’anno... beh, se fosse un romanzo, direi che c’è un po’ troppa trama»: interpellato da Hillel Italie dell’agenzia di stampa Associated Press per un bilancio sul mondo del libro nel 2020, Jonathan Karp, da maggio scorso amministratore delegato della casa editrice statunitense Simon & Schuster, se l’è cavata con una battuta spiritosa. Ovvio riferimento agli effetti della pandemia sulla filiera editoriale o allusione non troppo velata all’accordo in base al quale nel 2021 il marchio di cui Karp è al comando sarà inghiottito dal pesce più grosso, Penguin Random House? Come che sia, è certo che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.