closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

India, un gigante dai piedi d’argilla

Intervista. Crescita ai minimi e rupia mai così svalutata. Segnali di un crollo imminente dei Brics? «Un’emergenza annunciata, figlia di antichi errori e abbagli», la tesi della docente Elisabetta Basile, esperta di economia informale indiana

India

India

L'economia indiana versa in una situazione critica, con crescita ai minimi e la rupia mai così svalutata. Segnali che in occidente vengono interpretati come un imminente crollo dei Brics, la famigerata «bolla» dei Paesi in via di sviluppo che ora, fiaccata dalla crisi economica, sarebbe sul punto di esplodere. Ma il caso dell’India, analizzato nel dettaglio, racconta invece di un’emergenza annunciata, dove il crollo del potere d’acquisto e la dipendenza dalle importazioni che sta trascinando a picco Nuova Delhi sono figlie di antichi errori e abbagli nella programmazione della crescita. Questa la tesi di Elisabetta Basile, professoressa di economia applicata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.