closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Indagine Msf: «Attacco Usa fu per uccidere»

Kunduz. Le bombe sull’ospedale afgano

In attesa che chi ha fatto il danno spieghi chi diede l’ordine e perché con un’indagine interna che tarda a vedere la luce, Medici senza frontiere, l’associazione umanitaria che il 3 ottobre scorso vide il suo ospedale a Kunduz bruciare dopo un bombardamento reiterato e senza possibilità di scampo, ha deciso di rendere pubblica - in attesa di una possibile indagine indipendente - la sua versione dei fatti. Presentato ieri a Kabul, il rapporto racconta nei dettagli uno degli episodi più tragici di violazione del diritto umanitario. Le conclusioni sono infatti che alcuni pazienti bruciarono vivi nei loro letti e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi