closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sequestro Shalabayeva, indagati il capo dello Sco e il questore di Rimini

Caso Shalabayeva. L'accusa è di sequestro di persona

Alma Shalabayeva

Alma Shalabayeva

Otto avvisi di garanzia in cui si ipotizza il reato di sequestro di persona sono stati notificati al capo dello Sco Renato Cortese, al questore di Rimini Maurizio Improta, a cinque poliziotti e al giudice di pace di Roma Stefania Lepore per la vicenda che ha avuto come vittime Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Muktar Ablyazov, e sua figlia di 6 anni, entrambe espulse dall’Italia irregolarmente e sotto pressione dell’ambasciata kazaka a Roma. Una vicenda per la quale è già stato condannato il Viminale. I provvedimenti sono stati decisi dalla procura di Perugia. Poco più di un anno fa,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi