closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Incubo Australia, 5 milioni di ettari in fumo

Clima. Ieri altri 100 incendi. Diciotto vittime accertate tra vigili del fuoco e abitanti, mezzo miliardo di animali uccisi, 100mila nuova sfollati anche a Sidney e Melbourne. Ma per il governo che sponsorizza i combustibili fossili non è colpa del climate change

La polizia chiude la Princes Highway, nello Stato australiano del Nuovo Galles del Sud, per l’avvicinarsi del fuoco

La polizia chiude la Princes Highway, nello Stato australiano del Nuovo Galles del Sud, per l’avvicinarsi del fuoco

Le fiamme dell’annus horribilis 2019 hanno divorato il regno vegetale e quello animale in Amazzonia, Siberia, Repubblica democratica del Congo e da settembre non danno requie in Australia, dove ancora ieri si registravano oltre 100 incendi nel solo Nuovo Galles del Sud, lo Stato più colpito insieme a Victoria. Migliaia di persone si sono rifugiate sulle spiagge del sud-est scappando dalle fiamme che attaccavano le case; aerei militari e navi della Marina sono mobilitati per i soccorsi e le evacuazioni. Mentre fanno il giro del mondo le immagini di pompieri circondati da alberi in fiamme o intenti a portare via...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.