closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Incredibile Schäuble: Volkswagen? «Tutta colpa dell’avidità del mercato»

Lo scandalo. Primi riscontri dell'inchiesta interna: l'idea del software incriminato risale al 2005. Il ministro delle Finanze cerca di tranquillizzare i tedeschi: «Da questa crisi ne usciremo rafforzati. Noi dalle crisi impariamo»

La causa dello scandalo Volkswagen? «La crescente avidità nel mercato mondiale, dove la concorrenza è brutale». A dirlo non è papa Francesco o qualche incallito anticapitalista, ma il severo ministro tedesco delle finanze Wolfgang Schäuble, in un’intervista rilasciata ieri ai quotidiani del network Rnd. È la prima volta che il potente guardiano dell’austerità interviene sull’affaire delle emissioni «truccate», e lo fa senza troppi giri di parole. Per il veterano dirigente democristiano (Cdu), l’azienda di Wolfsburg è destinata a modificarsi profondamente: vi saranno cambiamenti strutturali in virtù dei quali «alla fine la Volkswagen non sarà più quella che era». Nonostante tutto,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.