closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Incidente alla centrale di Flamanville, Edf “non è grave”

Nucleare. Detonazione e incendio, fermato il reattore n.1. "Fuori dalla zona nucleare". Ma Greenpeace si allarma: "terzo incidente in Francia in dieci giorni". La promessa (non mantenuta) di chiudere Fessenheim. I costi dell'uscita dal nucleare

L’opacità dell’informazione è di rigore quando si tratta di nucleare. Sull’incidente che ha avuto luogo ieri alle 9,40, quando si è sentita un’esplosione, al reattore numero uno della centrale di Flamanville, a 25 chilometri da Cherbourg (e a 20 dal centro di trattamento delle scorie di La Hague), la Prefettura della Manche e Edf, l’operatore, hanno fatto sapere che si tratta di un “incendio circoscritto nella sala macchine, fuori dalla zona nucleare”, che è stato subito messo sotto controllo. Cinque persone sono state leggermente intossicate “a causa del fumo”, ma c’è “assenza di qualsiasi rischio nucleare”. Per precauzione, il reattore...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi