closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Soldi per prendere i migranti». Mare Jonio nel mirino dei pm

Mediterraneo. Inchiesta della procura di Ragusa per lo sbarco dei naufraghi che si trovavano da un mese sul mercantile danese Etienne

L’accusa della Procura di Ragusa è gravissima: la nave italiana Mare Jonio della ong Mediterranea saving humans avrebbe preso a bordo migranti in cambio di denaro. Tanti soldi. A pagare sarebbe stato l’armatore della petroliera danese Maersk Etienne con lo scopo di «liberarsi» dei naufraghi che aveva soccorso e che teneva a bordo da 38 giorni perdendo centinaia di migliaia di euro perché Malta non concedeva il porto sicuro per l’approdo. Gli inquirenti sostengono di avere le prove documentali che dimostrerebbero lo «scambio». Quattro le persone indagate per il ruolo che avevano nella nave Jonio rispetto ai fatti contestati dalla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi