closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

In un oceano di silenzio il senso fra smisurato e ignoto

Musica. Il rapporto tra il filosofo siciliano Manlio Sgalambro e Franco Battiato ha aperto la strada a un'altra fase di ricerca

Franco Battiato e Manlio Sgalambro

Franco Battiato e Manlio Sgalambro

Nella musica di Franco Battiato c’è qualcosa di incomparabile. Un’eccedenza stilistica che ha trovato un suo compimento con il filosofo Manlio Sgalambro. Connubio di due menti che hanno sperimentato la misura di ciò che è smisurato e ignoto. Il loro connubio artistico è segnato dal passaggio da un incontro avvenuto casualmente a un’intenzionalità condivisa e scelta. Lo sguardo privo di inganni del filosofo e la voce piena di silenzi del musicista hanno aperto la strada a una ricerca che è stata innanzitutto tessitura di nuovi fili attraverso cui ricucire gli strappi tra le linee orizzontali e verticali della vita, tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi