closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In un mese e 10 giorni tre ministri italiani da al-Sisi. Oggi Di Maio

Egitto. Alle 11.30 l'incontro tra il presidente egiziano il titolare dello Sviluppo. Che nel febbraio 2016 criticava le passerelle del governo italiano dopo la morte di Giulio Regeni

La famiglia Regeni

La famiglia Regeni

Il più cristallino è stato l’ambasciatore egiziano Hisham Badr: dopo l’incontro, lunedì, con il ministro dello Sviluppo economico ha sottolineato come Di Maio abbia scelto l’Egitto come tappa della prima visita all’estero. Un interesse condiviso dal governo: in un mese e 10 giorni tre membri dell’esecutivo (Salvini il 19 luglio, Moavero il 5 agosto e Di Maio oggi) hanno fatto visita ad al-Sisi. I rapporti si vanno stringendo sempre di più: lo nota la stampa egiziana che parla di «balzo senza precedenti nello speciale rapporto tra Roma e Il Cairo» (il quotidiano Youm7). Con buona pace della verità sull’omicidio di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.