closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Sudan tornano gli assalti ai forni, stato di emergenza in sette province

Darfur/Kordofan. Nelle zone più povere del Paese prezzi del pane alle stelle e l’insicurezza alimentare avanza. Il nuovo governo di transizione accusa i nostalgici di al Bashir

In Sudan sembra di essere tornati ai mesi che avevano preceduto la caduta e l’arresto di Omar al Bashir. Ma a parti rovesciate, almeno secondo la lettura del governo che c'è oggi a Khartoum  - faticosa espressione del compromesso raggiunto tra "civili" e militari ai fini di una transizione dai contorni ancora indefinibili - che accusa i sostenitori dell’ex presidente di essere dietro alle violenze esplose nei giorni scorsi in diverse province-stato del Paese, dal Darfur al Kordofan. Proteste che alla fine della scorsa settimana erano ripartite contro il costante aumento dei prezzi dei beni di prima necessità, degenerando poi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.