closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

In silenzio nell’inferno

Al cinema. Presentato a Cannes 2014, racconta vicende di quotidiana sopraffazione in un istituto per sordomuti utilizzando solo il linguaggio dei segni

Presentato lo scorso anno al Festival di Cannes, nella selezione della Settimana della critica, dove ha suscitato infinite discussioni, polemiche, e nette prese di posizione - c’è chi l’ ha amato e chi lo ha odiato visceralmente - Tribe di Myroslav Slaboshpytskiy arriva ora nelle nostre sale (distribuisce Officine Ubu). Si tratta di un’opera prima, Slaboshpytskiy ha alle spalle tre cortometraggi selezionati ai festival di Berlino e di Rotterdam, tutti molto apprezzati dal pubblico. Il fatto che il lungometraggio fosse ucraino ha contribuito ad attirare il pubblico. Non capita tutti i giorni che un film parli di questo paese, che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.