closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

In Scozia il partito di governo nella bufera. Salmond fonda Alba e l’indipendenza si allontana

Dopo le accuse di molestie sessuali . L'ex premier denuncia una macchinazione per estrometterlo dallo Scottish National Party e attacca l'attuale leader Nicola Sturgeon

Alex Salmond, ex primo ministro scozzese

Alex Salmond, ex primo ministro scozzese

Fino a qualche mese fa, lo Scottish National Party poteva guardare con serenità alle elezioni politiche del prossimo 6 maggio. Al partito di governo viene infatti riconosciuta una buona gestione della pandemia e della campagna vaccinale - ad oggi uno scozzese su 2 ha ricevuto la prima dose - mentre il consenso all’indipendenza è ai massimi storici. A RIMETTERE TUTTO IN DISCUSSIONE sono giunte però le accuse di molestie sessuali all’ex premier e membro del Snp Alex Salmond. Non potendo contare su un convinto sostegno da parte del suo partito, Salmond ha accusato il governo presieduto da Nicola Sturgeon di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi