closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

In sciopero Babel, operatori dell’accoglienza

Il primo sciopero nel sistema dell’accoglienza rifugiati si è svolto a Torino. E lo hanno proclamato i lavoratori dell’associazione Terra del Fuoco e della cooperativa Babel, emanazione della prima, che, sostenuti da Cub Sanità, lamentano ritardi di mesi nei pagamenti di stipendi e rimborsi, nonché «la cattiva gestione e il mal funzionamento complessivo del servizio». Sono tutti impegnati in un progetto accoglienza assegnato dalla Prefettura di Torino e lavorano quotidianamente con 160 richiedenti asilo, che vivono in appartamenti a Torino, Giaveno e Valli di Lanzo. I 15 dipendenti che lunedì scorso hanno incrociato le braccia per otto ore, insieme ad...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi