closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

In Polonia i messaggi di guerra della Nato

Varsavia. L’unico segnale distensivo lanciato a Mosca dall’Occidente sembra legato al rallentamento del processo di adesione alla Nato di alcuni paesi dell’area post-sovietica che resteranno nella sfera di influenza russa

Occhi puntati su Varsavia che si prepara ad ospitare oggi il summit della Nato. Non a caso, la scelta è ricaduta proprio sulla Polonia, paese «virtuoso» che si è impegnato a dirottare più del 2% del proprio Pil per le spese militari. Una soglia «desiderata» dai vertici dell’Alleanza Atlantica che punta a farla raggiungere a breve termine a tutti gli stati membri. L’aumento delle spese militari, incoraggiata da una rete internazionale di think-thank conservatori, facenti capo allo Stockholm Network, è soltanto uno degli obiettivi di fondo del vertice. Sono in molti a chiedere una maggiore flessibilità nell’applicazione dell’articolo 5 del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.