closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

In piazza l’intero trasporto aereo. E su Alitalia governo e Ue ai ferri corti

Tempesta sui cieli. I lavoratori del settore in piena crisi bloccano via Veneto, Giorgetti li riceve e assicura tavoli di confronto, poi spiega in Parlamento: "Senza un compromesso ragionevole non accetteremo le decisioni Ue". Un botta e risposta Bruxelles-Roma acuisce le tensioni, si fa strada l'ipotesi di affittare tutti gli asset dell'ex compagnia di bandiera alla newco Ita.

La manifestazione sotto il Mise

La manifestazione sotto il Mise

Si apre ufficialmente lo scontro fra il governo italiano e la Commissione europea sul destino di Alitalia. Succede nel giorno in cui migliaia di lavoratori e lavoratrici dell'intero trasporto aereo in crisi manifestano davanti al Mise, bloccando via Veneto. C'è la bara portata a spalla dagli iscritti alla Fit Cisl, e lo striscione “Ministero del sotto-sviluppo economico”. Soprattutto c'è la rabbia di chi al momento non ha un futuro, come i 1.350 addetti di Air Italy. E di chi in Alitalia resta appeso alla speranza, ancora molto esile, di veder nascere una nuova compagnia aerea con una “massa critica” sufficiente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi