closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

In piazza contro la «mordacchia» di Rajoy

Spagna. Podemos, Iu e i movimenti autonomisti mobilitati al fianco di Syriza

Pablo Iglesias

Pablo Iglesias

Lo sanno tutti: le classi dirigenti europee vogliono a ogni costo evitare che Madrid segua le orme di Atene. La vittoria di Syriza dello scorso gennaio deve rimanere un caso isolato: alle elezioni spagnole del prossimo autunno deve essere scongiurato con ogni mezzo il successo di Podemos. È una delle ragioni fondamentali che spiegano l’andamento della «trattativa» fra la ex trojka e il governo Tsipras: mettere in chiaro che all’austerità non c’è alternativa. È il messaggio che in Spagna viene diffuso dall’esecutivo guidato dal premier Mariano Rajoy: «Abbiamo fatto "i compiti a casa" e ora possiamo stare tranquilli» afferma ieri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi