closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

In Messico c’era la vita, irrilevante come un refuso

Classici del '900 ritradotti. Dopo oltre mezzo secolo, «Sotto il vulcano» esce da Feltrinelli in una nuova versione di Marco Rossari: incantata nei passaggi più lirici, torbida in quelli triviali. Restituendo al romanzo la musica voluta da Malcolm Lowry

Una scena  da Under the Volcano, diretto da John Huston nel 1984

Una scena da Under the Volcano, diretto da John Huston nel 1984

«Ogni giorno nuovi lettori scoprono Sotto il vulcano e lo considerano un libro fondamentale. Chi lo ha letto una volta vi tornerà sempre». Correva il 1961 quando Maurice Naudeau scriveva queste parole a introduzione di un numero della rivista Les Lettres nouvelles dedicato a Malcolm Lowry. Lo scrittore era deceduto quattro anni prima, neanche cinquantenne, pesantemente provato nel fisico e nelle finanze. Secondo una leggenda letteraria nostrana, nel 1961 era però comunque a Milano per festeggiare alla sua maniera, ovvero con «una sbornia epica», l’uscita della prima traduzione italiana del suo capolavoro; la seconda arriva ora, dopo oltre mezzo secolo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi