closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

In marcia per Sacco & Vanzetti

1927-2015. Anche quest’anno Boston ha ricordato i due anarchici uccisi sulla sedia elettrica, tracciando un parallelo tra gli italiani di allora e gli immigrati di oggi. Perché la loro vicenda racchiude più lotte

La marcia  che si è svolta domenica scorsa  nel Boston Common

La marcia che si è svolta domenica scorsa nel Boston Common

Il 23 agosto del 1927 Sacco e Vanzetti furono uccisi sulla sedia elettrica nella prigione di un sobborgo di Boston. Da dieci anni, anche in questa grande città americana del nord est, si tiene una manifestazione che li ricorda e commemora. «Di solito siamo di più – racconta Sergio Reyes, uno degli organizzatori della giornata – probabilmente è il tempo». Il 23 agosto del 2015, domenica scorsa, si presenta infatti con una pioggerellina fitta e una nebbia bassa, decisamente non un invito a scendere in piazza. Il concentramento della manifestazione è proprio nel centro della città, in quel Boston Common...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.