closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

In Italia si continua a non nascere e aumentano i decessi

Istat. Nascite mai così basse dal 1917-8, anno di guerra

Si nasce sempre meno, si fugge all’estero per lavorare e vivere. E in Italia l’aspettativa di vita diminuisce e continua il declino programmato della sanità pubblicata, uccisa per tagli, per il blocco del turn-over e il precariato sempiterno di medici e infermieri. In questa cornice il bilancio demografico nazionale, pubblicato ieri dall’Istat, conferma la diminuzione delle nascite in atto dal 2008. Nel corso del 2015 sono state registrate 485.780 nascite e 647.571 decessi. Il saldo naturale (differenza tra nati e morti) è negativo per 161.791 unità; bisogna risalire al biennio 1917-18 - cioè l’ultimo anno della Prima Guerra mondiale -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.