closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

In Italia non cerchiamo le varianti, anche Draghi se ne accorge

Sequenziamento. Si poteva ricorrere alle risorse europee, ma nessuno ne ha fatto richiesta. Secondo dati approssimativi, la delta da noi rappresenta il 16% dei casi. Il premier propone anche una riforma dell’Ema ispirata alla statunitense Fda

La sede dell’Ema ad Amsterdam, in basso Mario Draghi

La sede dell’Ema ad Amsterdam, in basso Mario Draghi

La pandemia non è finita. È il messaggio con cui Mario Draghi saluta la riunione del Consiglio europeo chiusasi ieri a Bruxelles. «In Inghilterra vediamo come la diffusione della variante Delta stia creando incertezza nella ripresa economica» ha detto Draghi in conferenza stampa. «In autunno quando ricominciano le scuole, quando i trasporti tornano a essere pieni, non vogliamo trovarci nella situazione dello scorso anno». IL RISCHIO C’È, ma stavolta non può essere calcolato: sulle varianti che circolano in Italia sappiamo troppo poco in quanto, banalmente, non le cerchiamo. Con un certo ritardo, se n’è accorto anche il presidente del consiglio....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.