closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

In Italia i salari sono (sempre più bassi) e le tasse sul lavoro (rimangono) alte

Rapporto Ocse. Fracassi (Cgil): retribuzioni vanno alzate, di «cuneo» si parla solo per favorire imprese

Un lavoratore

Un lavoratore

Un rapporto dell’Ocse - l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che raggruppa i 35 paesi più «sviluppati» del pianeta – segnala che l’Italia è al terzo posto per il peso del cuneo fiscale sul costo del lavoro. Il cuneo fiscale, tecnicamente, è la somma delle imposte dirette, indirette e previdenziali, a carico sia del datore di lavoro che del lavoratore. In questo contesto, secondo la classifica del rapporto Taxing Wages, lo scorso anno le tasse e i contributi sociali ammontavano nel nostro paese al 47,7 per cento nel caso di un lavoratore single, contro la media Ocse del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi