closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Israele si ritorna in classe con il certificato verde e molti dubbi

Coronavirus. Gran parte dei palestinesi dei Territori occupati non ha ancora ricevuto la prima dose

Israele riaprirà regolarmente le sue scuole il primo settembre. Lo ha deciso domenica sera il governo Bennett dopo settimane di esitazioni, superando il timore di un probabile aumento dei positivi al coronavirus paventato in modo particolare dalla ministra dell'istruzione Yifat Shasha-Biton. Si sono astenuti al momento del voto il ministro degli interni Ayelet Shaked e il ministro della pubblica sicurezza Omer Bar-Lev, convinti che sia «troppo pericoloso aprire le scuole a settembre» e che occorra più tempo per vaccinarsi. Preoccupazioni fondate, almeno leggendo gli ultimi dati. Nell'ultima settimana i morti sono stati 198, di cui 40 nel weekend, mentre nell'intero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.