closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

In Iraq il gioco pericoloso della guerra è sfuggito di mano a Trump

Najaf, Iraq, ai funerali di Abu Mahdi al-Muhandis, capo delle milizie sciite ucciso insieme al generale iraniano Soleimani a Baghdad

Najaf, Iraq, ai funerali di Abu Mahdi al-Muhandis, capo delle milizie sciite ucciso insieme al generale iraniano Soleimani a Baghdad

Ci eravamo sbagliati. Quando nel 2003 gli Stati uniti utilizzando la fake news più clamorosa degli ultimi decenni – l’inesistente presenza di armi di distruzione di massa in Iraq – hanno scatenato una guerra di conquista che ha portato inevitabilmente alla sconfitta dell’esercito iracheno e alla conquista dell’Iraq da parte degli Stati uniti, pensavamo che questa fosse soprattutto un’azione volta alla conquista di aree energetiche strategiche, quindi una guerra per il petrolio. Se questo era un obiettivo è completamente fallito perché il primo partner commerciale dell’Iraq è la Cina che importa la metà della produzione petrolifera e ha importanti partecipazioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.